21 Ottobre 2020

Urzì: l’estrema sinistra rimanga fuori dall’amministrazione meranese

Le civiche di Merano escludono accordi con le “estreme sinistre”? Ne prendiamo atto dalla stampa. E allora escludano a chiare lettere qualsiasi accordo anche con i Verdi di Roesch, una delle aree politiche più orientate ideologicamente a Sinistra, oltre la sinistra del PD.

E’ inammissibile sul piano etico prima che politico che il fronte che è stato avverso a Roesch possa prendere in considerazione di governarci ancora assieme, ossia dopo avere “rubato” come un novello Robin Hood al contrario i voti al Centrodestra li porti in dote al sindaco, primo rappresentante di tutto lo schieramento di Sinistra.

Noi non possiamo accettarlo, anche e soprattutto dopo avere contribuito al successo personale al secondo turno (mancato solo per pochi voti) di Dal Medico. Cosa ci avrebbero imposto, se avesse vinto Dal Medico, un accordo con Roesch?

Il problema non è solo ideologico, è di visione della città e del suo futuro, la vogliamo diversa da quella che è stata soffocata dal traffico in questi ultimi anni, la vogliamo con opportunità per tutte le categorie economiche colpite dalla crisi, vogliamo meno lavaggi di piedi e più cura della sicurezza nei rioni. Insomma, la visione opposta a quella Roesch. Per questo governarci assieme tradisce il mandato degli elettori e la fiducia che avevamo riposto al secondo turno in cambio esclusivamente di poltrone, senza la possibilità poi, per i veti incrociati, di realizzare se  non in minima parte quanto ci si è ripromessi di fare.

Fratelli d’Italia si attende che il fronte alternativo ai Verdi, alla Sinistra ed alla estrema Sinistra che Roesch rappresenta, svolga il suo ruolo dove le compete, come alternativa a Roesch e non sulla poltrona accanto, in giunta comunale. La coerenza ha ancora un valore?

Alessandro Urzì, Coordinatore regionale di Fratelli d’Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *