20 Settembre 2020

Allarme in Alto Adige: Isarco esondato in più punti, evaquazioni in Bassa Atesina, livelli altissimi a Bolzano

Bolzano, 30 agosto – Da questa notte il livello di guardia dei fiumi Adige e Isarco in Alto Adige è altissimo. A Chiusa l’Isarco è esondato con allarme in tutta la Valle Isarco compresa Bressanone. In Val Gardena il sindaco ha consigliato alla popolazione di salire ai piani alti delle abitazioni con strade e piazze allagate. Nella Bassa Atesina l’Adige è ai massimi livelli di guardia con evacuazione di diversi centri abitati e esondazioni a San Michele e Egna.

Anche nel capoluogo altoatesino la situazione non è certamente delle migliori. A Bolzano il consigliere comunale di CasaPound Andrea Bonazza, membro della commissione Lavori Pubblici e Protezione Civile, in un video spiega da viale Trento, all’altezza di ponte Loreto, che il livello del fiume ha esondato a ridosso delle passeggiate e interamente sommerso il passaggio lungo argine. Onde alte anche 3 metri con un sempre maggior afflusso di alberi, tronchi e detriti di ogni genere trasportati dalla forza dell’acqua. Con un monitoraggio costante del corpo dei Vigili del Fuoco, fortunatamente la stazione meteorologica della Protezione Civile provinciale ha annunciato che nelle prossime ore la situazione è destinata a migliorare ma il livello di allarme rimane comunque alto in tutta la provincia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *