3 Dicembre 2020

Comunali2020: è Puglisi Ghizzi il sindaco di Bolzano per CasaPound

Bolzano, 12 agosto – Sarà Maurizio Puglisi Ghizzi il candidato sindaco di CasaPound alle prossime elezioni comunali del 20 e 21 settembre 2020. Ad annunciarlo ieri in una conferenza stampa in piazza Matteotti è stato il coordinatore regionale delle tartarughe frecciate, Andrea Bonazza.

Davanti ai giornalisti accorsi, Bonazza e Puglisi hanno spiegato i motivi che hanno spinto le tartarughe a candidarsi oltre ogni previsione, quando già partiti di centrodestra come la Lega avevano dichiarato sulla stampa che avrebbero ottenuto una facile vittoria con i voti di Cpi e quelli di Bonazza, ad oggi ancora il consigliere comunale bolzanino più votato.

Secondo gli esponenti del movimento, nonostante i molteplici inviti alla collaborazione e al lavoro di squadra, purtroppo la stessa coalizione di centrodestra che avrebbe dovuto rappresentare l’unità dell’area alternativa alla sinistra e alla Stella Alpina, avrebbe supinamente accettato le imposizioni della SVP senza la quale – a detta del centrodestra – non si riuscirebbe a governare.

“Abbiamo visto cosa sono state in grado di fare le precedenti amministrazioni con la Volkspartei – tuona Puglisi Ghizzi – e ce lo ricorda proprio il cantiere alle mie spalle, nella piazza di un quartiere considerato di serie B in cui dopo 5 anni di mozioni e discussioni per rimodernarla si è giunti a un disastroso ‘tutto da rifare’, con orribili cubi di cemento che deturpano la visuale di passanti e residenti. Come gli annacquati lavori stradali in corso della Libertà, i taglia e cuci continui per la rete di teleriscaldamento, i lavori del parcheggio di piazza della Vittoria che è riuscito a bloccare il consigliere Bonazza e gli alberi stroncati a causa delle mancanze di comunicazione tra tecnici e assessori comunali. Una miriade di progetti attuati per consumare la spesa pubblica, ingrassando gli amici degli amici, ma peccando di superficialità e scarsa progettualità d’insieme”.

“A conti fatti – continua Andrea Bonazza – dopo 5 anni nelle istituzioni possiamo tranquillamente affermare che noi di CasaPound abbiamo sempre assolto il nostro dovere rispettando il mandato affidatoci dagli elettori. Lo stesso di certo non possono dire i vari cambiacasacca, gli assenteisti, gli astensionisti e coloro che, già da mesi impegnati in costose campagne elettorali, hanno rubato i gettoni comunali ai cittadini, timbrando la presenza in consiglio salvo poi abbandonare l’aula dopo pochi minuti. Ecco la serietà di chi oggi si ricandida a guidare la nostra città”.

CasaPound annuncia infine che nelle prossime settimane presenterà integralmente alla città il suo programma “avanguardista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *