5 Luglio 2022

Ancora immigrati accampati abusivamente sotto ponte Virgolo

Bolzano, 10 marzo – Ancora accampamenti abusivi di immigrati clandestini e fuori quota sotto ponte Virgolo, tra la zona stazione/Piani e la strada statale del Virgolo.

Una situazione di degrado e pericolosità immediatamente a ridosso del fiume Isarco; tende, materassi, fornelletti, immondizie, biciclette di dubbia provenienza e oltre una decina di immigrati africani, alcuni dei quali già noti alle cronache di piazza Stazione.

Negli ultimi anni sono svariate decine gli accampamenti abusivi sgomberati dal Comune di Bolzano. I bivacchi di ponte Virgolo, così come di ponte Loreto, hanno dato un bel da fare agli uomini della Municipale o delle Forze dell’Ordine, per non parlare delle bonifiche di Seab i cui operatori sono continuamente impegnati a ripulire l’immondizia lasciata dagli stranieri, quando non gettata nel fiume.

“La sinistra ancora una volta li chiamerà ‘disperati’, ‘invisibili’, ‘risorse’ etc, accusando il ministro Salvini di destabilizzare il sistema di accoglienza, lasciando per strada i poveri immigrati – polemizza il coordinatore regionale di CasaPound, Andrea Bonazza – In realtà tra i clandestini che bivaccano sotto ponte Virgolo, ci sono invece alcuni tra i più pericolosi spacciatori di via Perathoner. Gli stessi già giustamente espulsi dai centri profughi e dall’emergenza freddo. Gli stessi che non hanno alcun diritto di asilo politico, ma che si ritrovano ancora sul territorio comunale e nazionale, macchiandosi quotidianamente di nuovi reati”.

“Non c’è altro da capire – conclude Bonazza – non c’è altro da tollerare! Questo ennesimo insediamento va sgomberato immediatamente e gli occupanti vanno identificati e rimpatriati subito. Su questo si, la giunta comunale deve insistere con Salvini e il governo nazionale”.

CasaPound ha annunciato una nuova interpellanza in Municipio per richiedere l’immediato sgombero dell’insediamento.

Picchio Romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.