1 Luglio 2022

Il Gay Pride a Disneyland Paris per deviare i bambini europei

Roma, 13 febbraio  – Per la prima volta nella sua storia, la Disney aderira’ ufficialmente alla causa LGBT. Infatti, Disneyland Parigi fara’ diventare il “Magical Pride” un evento ufficiale della Disney, e questa sorta di “Gay Pride” avra’ luogo nel famoso parco il 1 giugno 2019.

La notizia e’ gravissima se pensiamo quanto la Walt Disney Company tocchi da vicino i bambini e quale “potere” abbia su di essi. I cartoni preferiti dei nostri figli saranno contaminati dalla propaganda LGBT?

Gia’ l’anno scorso la Disney aveva pubblicizzato le “orecchie arcobaleno di Topolino”, e ha piu’ volte ospitato – in modo non ufficiale – diversi “Gay Day”. Inoltre, le ambiguita’ di alcuni cartoni erano state al centro del dibattito. Tuttavia, con l’annuncio del “Magical Pride” abbiamo superato il livello di allarme.

“Se lasciamo che la Walt Disney Company manifesti sostegno alla causa LGBT senza fare nulla –  afferma in nota Tony Brandi, presidente dell’associazione Provita onlus – utilizzeranno i film e i cartoni per indottrinare i bambini e anche i nostri figli potrebbero essere coinvolti”.

L’associazione Pro Vita ha lanciato a tal riguardo una petizione per protestare contro la decisione della Disney di realizzare ufficialmente il “Magical Pride”. Con questa petizione si auspica che migliaia di italiani mandino un messaggio di protesta alla Walt Disney Company, chiedendo di ritirare il suo sostegno ufficiale al Gay Prode.

Il link della petizione e’ questo: https://www.notizieprovita.it/petizioni/firma-contro-il-gay-pride-ufficiale-della-disney/

“Vogliamo soltanto che i bambini possano continuare a godersi le creazioni degli autori di Topolino e compagnia senza indottrinamenti – conclude Brandi – senza strumentalizzazioni politiche e condizionamenti immorali… insomma lasciamo che i bambini siano bambini e conservino la loro innocenza”.

Andrea Bonazza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.