30 Giugno 2022

Max Valier: al bolzanino che spedì l’uomo nello spazio, manca uno spazio museale

Bolzano, 16 dicembre – Un museo che racconti la storia e il genio di Max Valier, è questa la proposta presentata esattamente un anno fa dal gruppo consiliare di CasaPound e ancora da discutere nel consiglio comunale del capoluogo altoatesino. “Max Valier è stato uno dei bolzanini più importanti della storia recente, conosciuto e venerato in tutto il mondo ancora oggi, per le sue grandi scoperte che hanno permesso all’uomo di andare nello spazio – commentano in nota i consiglieri del movimento – la maggior parte dei bolzanini nemmeno conosce questo importante concittadino che ha rivoluzionato la scienza mondiale e astronomica, ma la colpa non è loro, ma di chi non ha fatto abbastanza per valorizzarne la figura e ancora oggi nulla fa, lasciando anche questa proposta parcheggiata a prendere polvere. Abbiamo presentato in Comune questa mozione un anno fa, per chiedere la creazione di un museo storico-astronomico che ripercorra la vita e le grandiose scoperte dell’uomo-razzo Max Valier. Per la giunta però sembrano essere più importanti le delibere dell’assessore Lorenzini che, è sotto gli occhi di tutti, sta condannando la città a problematiche di mobilità sempre maggiori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.