Sab. Apr 4th, 2020

Bolzano, poche sardine e tanta confusione per strani manifesti

Bolzano, 13 dicembre – Ciò che era stata annunciata come un ondata di sardine che avrebbe invaso piazza Mazzini, alla fine è rientrata nei soliti numeri e volti della sinistra bolzanina, con un centinaio di persone a cui va aggiunto qualche studente preso in prestito dal movimento dei Verdi, “Friday for Future”, capitanato dalla minorenne Greta Thumberg, figlia di due noti attori svedesi al soldo del magnate politico George Soros.

Se nei giorni scorsi le Sardine sono andate letteralmente in tilt per la provocatoria adesione di militanti di CasaPound alla manifestazione, invitati dal portavoce romano del movimento a cui i suoi compagni hanno imposto un immediato dietro-front in nome dei valori antifascisti, ciò che oggi ha fatto discutere nel quartiere Gries S.Quirino in cui si è tenuta la manifestazione in cui si è continuato a cantare “bella ciao”, sono stati alcuni strani manifesti comparsi questa mattina.

I manifesti, tutt’ora anonimi, che hanno tappezzato i muri della zona, riportavano alcuni pesci con la scritta: “cambiamo l’Italia – elezioni subito”, frase che ha mandato non poco in confusione cittadini e partecipanti alla manifestazione guidata da Lidia Manapace e Anpi.

Chiara, 19 anni, in piazza ci ha detto che “questa situazione politica deve essere cambiata! Non possiamo continuare ad accettare le parole cariche di odio di un Ministro come Salvini che non fa entrare gli immigrati. Serve un cambiamento che porti giovani multiculturali a governare il paese”.

Dopo aver spiegato alla ragazza che Matteo Salvini non è più Ministro e che a governare l’Italia oggi sono i giovani 5stelle con il PD, Chiara ci ha risposto: “e meno male! Forse qualcosa di buono in Italia inizia a cambiare. Questa volta hanno votato bene”.

Senza bisogno di commentare oltre, da piazza Mazzini e la Vedetta d’Italia è tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *