sabato, Febbraio 23
Home>>Sport>>L’Hockey Bolzano esce a testa alta dalla Champions, ma i suoi tifosi vincono sempre
Sport

L’Hockey Bolzano esce a testa alta dalla Champions, ma i suoi tifosi vincono sempre

Bolzano, 21 novembre – Per molti tifosi biancorossi è iniziata lunedì la trasferta verso Pilsen. Sono state otre 200 le presenze dal capoluogo altoatesino, con tre pullman organizzati dalla curva e dalla società stessa, oltre ad innumerevoli autovetture e furgoni privati.

Fin da martedì mattina durante il pregame dell’HCB sul ghiaccio ceco, i tifosi hanno fatto sentire sugli spalti il calore e l’amore che solo la curva biancorossa riesce a dare.
Ambedue i coach del Bolzano hanno ringraziato i tifosi presenti che hanno avuto occasione di incontrare e, in separata sede, si mormora che Kai si sia meravigliato rimanendo piacevolmente sorpreso che, nonostante il pesante risultato della partita d’andata, i fans bolzanini si siano comunque sobbarcati una trasferta del genere.

I volti di molti tifosi erano provati dal lungo viaggio durato tutta la notte, mentre per altri si sono fatti notare i segni della notte brava trascorsa nella capitale della birra ceca “Pilsner Urquell”.
In attesa dell’inizio della partita infatti, il ristorante all’interno della fabbrica della birra sopracitata viene preso d’assalto da diversi gruppi ultras bolzanini che iniziano a scaldare le voci e a far capire nei cori che, vada come vada, i tifosi biancorossi vincono sempre.

Alle 17.00 si è pronti per dare vita ad una battaglia sugli spalti come sul ghiaccio. Il disco di inizio viene scagliato a centro pista da una vecchia leggenda biancorossa: Jaroslav Pavlu, che accoglie un caloroso applauso di stima e riconoscenza da ambedue le tifoserie.

Si aprono le danze e il divario tra il gioco delle due compagini si fa subito notare ma, sugli spalti invece, il tifo biancorosso tiene testa ai fans cechi che, nonostante l’aiuto dei tamburi, più volte hanno dovuto piegare il capo al grande cuore del popolo biancorosso presente che non ha mai mollato, anche quando il risultato si faceva sempre più pesante, ne mai ha dato segni di sconforto.

La partita finisce con un meritato 6 a 2 per la squadra di casa che esce tra gli applausi di ambedue le curve. Del resto anche l’Hockey Club Bolzano ha comunque dimostrato di giocare a viso aperto e testa alta anche con chi è innegabilmente più forte.

L’avventura dell’Hockey Club Bolzano nella Champions Hockey League per questa stagione è volta al termine ma rimane l’immenso orgoglio di essere stati la prima squadra italiana nella storia ad entrare nei quarti di finale CHL, con una curva che vince sempre, in tutta Europa, confermandosi veramente il “cuore di questa città”.

Fulvio Cobaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *