Mar. Apr 7th, 2020

CasaPound a Naturno contro lo SPRAR: fermiamo l’invasione dell’Alto Adige

Naturno, 27 ottobre – Questa notte le tartarughe frecciate hanno colpito nel Comune di Naturno, affiggendo uno striscione all’entrata del paese, dopo la decisione del Burgraviato di ampliare il progetto Sprar con l’obiettivo di raggiungere la quota di 354 migranti, dettata dalla Provincia.

“Lo Sprar è l’evoluzione più assurda dei centri di accoglienza, una presa in giro per tutti gli altoatesini in attesa di un alloggio popolare – commenta il coordinatore regionale di Cpi Andrea Bonazza – questo ‘regalo’ a coloro che si continua a chiamare profughi ma che profughi non sono, prevede un coinvolgimento diretto dell’amministrazione comunale ospitante che, oltre a garantire gli appartamenti per questi immigrati, insieme a Provincia e comunità comprensoriale è chiamata a sostenere gran parte dei costi, oltre a contratti, costi per la spesa alimentare e, ovviamente, per i dipendenti di cooperative e associazioni che si occupano della ‘tratta’ di questi immigrati sul nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *