Ven. Apr 10th, 2020

Hockey EBEL. Bolzano batte Salisburgo 2-1

SALZBURG,AUSTRIA,16.SEP.18 - ICE HOCKEY - EBEL, Erste Bank Eishockey Liga, EC Red Bull Salzburg vs HC Bozen. Image shows Mario Huber (EC RBS) and Leland Irving (Bozen). Photo: GEPA pictures/ Mathias Mandl - For editorial use only. Image is free of charge.

Weekend perfetto per l’HCB Alto Adige Alperia all’esordio nella nuova stagione di Erste Bank Eishockey Liga. Dopo il successo di venerdì sera al Palaonda contro il Graz, i Foxes riescono ad espugnare l’Eisarena di Salisburgo battendo i Red Bulls per 2 a 1, 149 giorni dopo il successo del 20 aprile nello stesso stadio. Una vera e propria battaglia e un Leland Irving monumentale, che ha chiuso con 46 parate e una percentuale mostruosa del 97,9%. Di MacKenzie e Blunden le reti che hanno consegnato la vittoria ai biancorossi, che si godranno qualche giorno in solitaria in cima alla classifica a punteggio pieno.

La cronaca. Coach Kai Suikkanen rinuncia agli infortunati Frigo e Crescenzi. Nel Salisburgo coach Poss sceglie Herzog tra i pali al posto di Michalek.

Grande occasione per i Red Bulls in avvio, ma il Bolzano se la cava in qualche modo, con il puck che passeggia non distante dalla linea di porta. Al primo squillo i Foxes passano in vantaggio: botta dalla distanza di MacKenzie, il disco filtra nel traffico e si infila tra i gambali di Herzog. Padroni di casa che spingono subito alla ricerca del pareggio: prima Raffl mette i brividi a Irving, poi Duncan approfitta di un errore in neutra e riesce a battere l’estremo difensore biancorosso tra le gambe. E’ Insam poi a provarci da buona posizione, senza però trovare fortuna. Bolzano che si difende per due volte in penalty killing e al 16:47 sfodera grande cinismo tornando a condurre i giochi: conclusione dalla distanza di Findlay e deviazione vincente da due passi di Mike Blunden, per il 2 a 1 con il quale si chiude la prima frazione.

Catenacci va subito vicino al tris in apertura di periodo centrale, poi il match entra in una fase di stallo: i Red Bulls possono provarci per ben tre volte in powerplay, mettendo a dura prova il PK biancorosso che però riesce ad alzare le barricate, arginando le sfuriate austriache. Dall’altra neanche i Foxes riescono a sbloccare il proprio powerlay e nel finale il Salisburgo è ancora pericoloso con Huber, fermato da un grande intervento di Irving.

Il Salisburgo le prova tutte nel terzo drittel, schiantandosi però contro un grande Irving e una retroguardia biancorossa a tenuta stagna. Altri due powerplay non bastano agli austriaci, poi i Foxes non riescono a chiudere il match quando Harris si accomoda in panca puniti per 4 minuti: in questo frangente è Herzog a tenere a galla i suoi, con una grande parata su un missile di Nordlund. Nel finale, con i Red Bulls all’assalto, Catenacci non riesce a calare il tris in contropiede e poi Blunden colpisce l’esterno del palo. A 36 secondi dalla sirena Raffl lascia in inferiorità numerica la sua squadra, semplificando quindi il compito al Bolzano che si porta a casa i 3 punti.

Bernard e compagni torneranno sul ghiaccio venerdì 21 settembre, alle ore 19:15, per un altro match impegnativo in casa dei Black Wings Linz. Domenica 23 settembre, alle 17:30, il ritorno al Palaonda contro l’EC KAC.

(Fonte: hcb.net)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *