Ven. Apr 10th, 2020

Basket, l’Aquila vince contro Pesaro 103-101

Un canestro di Diego Flaccadori a 4” dalla fine risolve la seconda semifinale del VI Memorial Gianni Brusinelli: il jumper dai 5 metri della guardia azzurra bacia la retina e chiude nel miglior modo possibile la grande rimonta della Dolomiti Energia Trentino, che batte la VL pesaro 103-101 dopo essere stata sotto anche di 20 lunghezze. Oltre ai 19 punti e 9 assist di Flaccadori, tra le fila dei bianconeri brillano i 17 di Andrea Mezzanotte (con un perfetto 6/6 dal campo) e i 26 con 7 rimbalzi di Nikola Jovanovic.

Le finali di domani vedranno quindi impegnate alle ore 18.00 VL Pesaro e Grissin Bon Reggio Emilia, e alle 20.30 la Dolomiti Energia Trentino contro i vicecampioni d’Olanda del ZZ Leiden, che si è imposta nella prima semifinale 76-78: a questo link disponibili i biglietti per la seconda giornata del VI Memorial Brusinelli (ingresso libero per gli abbonati 2018-19).

La quarta partita della preseason bianconera si apre con un bel canestro di Flaccadori, partito in quintetto assieme a capitan Forray, Mian, Mezzanotte e Jovanovic. La potenza di McCree e Murray propizia il primo allungo degli ospiti, ma Diego e Nikola tengolo lì i bianconeri (13-12). E’ il positivo impatto sul parquet del rientrante Hogue (2 falli subiti consecutivi e un bel tap-in) a tenere a contatto i padroni di casa nonostante la produzione irreale di McCree (15 punti nel primo quarto che si chiude 19-22).

Un paio di passaggi a vuoto dell’attacco bianconero danno il la al nuovo tentativo di fuga dei marchigiani (23-31), interrotto solo dal timeout di coach Buscaglia visto che poi sono Blackmon e Mockevicius a far pagare a caro prezzo le palle perse dell’Aquila (12 all’intervallo lungo). Non bastano i canestri di Flaccadori: è una tripla rocambolesca del solito McCree, arrivato a quota 20, a fissare il 35-51 su cui le squadre vanno all’intervallo lungo.

La Dolomiti Energia comincia il secondo tempo con più piglio in attacco (Flaccadori e Jovanovic al solito protagonisti), ma continua a subire nella propria metà campo: dopo un paio di fiammate di Lovett sono di nuovo gli americani della VL a dettare legge, riportando i biancorossi a +17 dopo che i padroni di casa erano scesi anche sotto la doppia cifra di svantaggio. Le triple in rapida successione di Kitsing, Jovanovic e Mezzanotte aiutano i padroni di casa a rintuzzare sul finale di quarto (74-84 dopo 30’ di gioco).

Con l’Aquila “dura a morire” non è davvero mai finita: Flaccadori, Mian e un Forray in versione prestigiatore portano i bianconeri a meno 6 infiammando il migliaio di tifosi sugli spalti. Poi arrivano un’altra tripla di Mian (91-94), un tap-in di Mezzanotte e il sorpasso di Nikolic (97-96). Il tiro dalla media di Mezzanotte è pareggiato da Ancellotti: 101 pari a 17” dalla fine. Poi è il jumper di Flaccadori a regalare ai bianconeri la soddisfazione di potersi giocare la finale di domani sera.

(Fonte: aquilabasket.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *